CICIRI Festival

 

ATTENZIONE GENTE !
CiCiRi sta arrivando nei vicoli e nelle botteghe del centro storico di Palermo, l’Associazione Caravanserai in collaborazione con Studio Brushwood, l’artista Les Oies ed Edizioni Precarie danno vita alla prima edizione di CiCiRi festival!
CiCiRi sarà una settimana intensa di illustrazione, grafica, microeditoria, una settimana sotto il sole palermitano di autoproduzione, esposizioni, workshop, talk, incontri e scambi, artigianato, vicoli, botteghe e laboratori, pane e panelle e ovviamente sole e mare.
“Ciciri” in siculo vuol dire ceci, piccoli, tondi e gustosi come le tante realtà che si dedicano all’autoproduzione in modo artigianale e indipendente. L’idea è di riunirci a Palermo, di dare vita ad una settimana di connessioni, di creare una rete tra artisti e case editrici indipendenti anche molto distanti tra loro.
I Ciciri, si sa, sono più buoni quando si mettono insieme!
1 EDIZIONE
CiCiRi 2017
Fatti a mano
Questa prima edizione del festival è dedicata al valore artistico e creativo del mestiere dell’artigiano: nuovi artigiani hanno ripopolato il centro della città di Palermo, è successo tutto negli ultimi anni, e lì dove da anni c’erano saracinesche chiuse, perché il commercio dei vecchi negozi dei vicoli si era spostato nei grandi centri commerciali, oggi giovani artigiani hanno riaperto diversi laboratori e piccoli spazi creativi dando nuova vita alle antiche botteghe.
Nella convinzione corrente che con l’innovazione continua delle tecnologie il mondo degli artigiani è considerato residuale e destinato a scomparire, Ciciri vuole raccontare che la realtà odierna è ben diversa e vuole creare un’occasione di confronto e narrazione di come e quanto l’artigianato sia al centro dell’economia e della cultura contemporanea.
Il fare a mano è anche prerogativa delle piccole autoproduzioni editoriali, quindi perché non unire questi due mondi, l’artigianato e l’autoproduzione, in un unico racconto?
A Ciciri Festival per quest’anno vogliamo raccontare questa nuova storia che fa parte della nostra quotidianità e che è un po’ anche la nostra storia. E quindi invitiamo chiunque voglia cimentarsi con il tema di questa prima edizione, a dare il proprio contributo raccontandoci con un’immagine, quella che è la sua visione o la situazione dell’artigianato nei luoghi in cui vive.
Festival di Illustrazione Grafica e Microeditoria indipendente
Palermo 16-23 luglio 2017
BIO
CaravanSerai Palermo
CaravanSerai, il Caravanserraglio, luogo di ristoro, scambio, contaminazione di buone pratiche.
È pensato in rete con realtà del territorio e internazionali. Nel 2014 a Palermo fioriscono microcomunità di palermitani espatriati e ritornati, viaggiatori, artisti e professionisti: cene sociali, jam session, residenze informali d’artista segnano la prima fase del progetto di sostenibilità ambientale, upcycling design, economia alternativa. Realizza USE-IT Palermo, mappa “per vivere la città da locali”, con Re Federico e il sostegno del Comune di Palermo. Ci si rivolge all’artigianato e al recupero di saperi tradizionali innovandoli nel coworking con la presenza de La Luna e il Falò. Nel 2015 con Edizioni Precarie e Le Cagibi (Fr) si apre a micro-editoria indipendente e illustrazione, in collaborazione stabile con Brushwood (serigrafia, street-art).
Nel marzo 2016 da vita al progetto di rigenerazione urbana Piezo, inaugurato a maggio 2016 con la manifestazione “Inseminazione Artistica – la mostra nel Cemento” a cura di Progeas Family (Firenze) CaravanSerai Palermo, I mangiatori di Patate, Res Publica Temporanea (Catania). Sempre nell’ambito della rigenerazione urbana attraverso la street Art, insieme ad S.O.S. Ballarò, è partner del progetto e della realizzazione della riqualificazione dello spazio urbano della nuova piazzetta Ecce Homo nel quartiere Ballarò; tra giugno e settembre 2016 si associa al costituente comitato cittadino Via Maqueda Alta. Da Settembre 2016 è socio dell’ATS Ballarò Buskers per l’organizzazione annuale dell’omonimo festival delle Arti di Strada.
Studio Brushwood
Brushwood è un progetto di illustrazione, grafica, editoria indipendente e serigrafia artistica, nato nel 2016 da un’idea degli artisti, Luca John Nash e Jessica Adamo, all’interno dello spazio dell’associazione CaravanSerai Palermo, in uno spazio accogliente e in relazione con la città.
Il laboratorio porta avanti un lavoro artigianale e creativo, offrendo workshop e mostre collettive e personali di artisti provenienti da tutti gli orizzonti pittorici e geografici, con l’intento di creare una rete tra disegnatori, stampatori e passanti incuriositi.
Les Oies
Il suo nome di battaglia è Les Oies, vive e lavora tra la Francia e l’Italia come disegnatrice, illustratrice e stampatrice.
La sua passione per il Do-it yourself nasce inconsapevolmente fin dall’infanzia: la carta è la materia prima che piegata, ritagliata, spillata, incollata, può dare vita a case, astronavi, abiti, cinema, mongolfiere.
Oggi continua a realizzare oggetti di carta stampata, piegata, incollata e rilegata tra cui libri, fanzine e ogni sorta di multipli tentando di conservare l’aspetto infantile e onirico sia nel disegno che sulla progettazione editoriale.
Collabora con diversi progetti di microeditoria e autoproduzione francesi e italiani tra i quali Le Cagibi (Francia), Studio Brushwood, ed Edizioni Precarie (Italia).
Edizioni precarie:
Edizioni Precarie è un progetto nato a Palermo da un’idea di Carmela Dacchille, nei primi mesi del 2013, in un mite ma piovoso inverno. Sin dal primo momento, Edizioni Precarie decide di condurre la propria ricerca sulla precarietà in quanto elemento essenziale della realtà. Questo viaggio attraverso la precarietà del reale si incentra sulla sperimentazione del linguaggio di forma e materia, seguendo un approccio ludico, ironico e critico.
La call invita illustratori, grafici, piccoli editori, collettivi a partecipare al festival inviando un lavoro inedito sul tema e a partecipare alla realizzazione della Ciciri Zine, la prima fanzine del festival interamente stampata in serigrafia a cura di Studio Brushwood, Les Oies ed Edizioni Precarie con la collaborazione del collettivo Le Cagibi di Lille.
Ciciri Zine avrà una tiratura di 100 esemplari, raccoglierà i primi 30 artisti selezionati e sarà presentata e venduta all’interno del festival e in eventi di autofinanziamento per sostenerlo, nonché inviata a tutti i partecipanti che non avranno la possibilità di essere presenti durante le giornate del festival.
NON FINISCE QUI ***
Durante la settimana del festival sarà data la possibilità ai 30 artisti selezionati di esporre il proprio lavoro all’interno di alcune botteghe artigiane e spazi creativi del centro storico, partner di questa prima edizione.
Durante tutto il periodo del Festival ogni bottega ospiterà un artista, il risultato sarà un percorso espositivo itinerante attraverso le strade del centro storico di Palermo. I visitatori avranno modo di conoscere il lavoro dell’artista esposto e dell’artigiano ospitante e chissà che non nascano amicizie, sodalizi e nuovi progetti tra bottega e artista!
La call è aperta a tutti, collettivi o singoli artisti, la partecipazione è gratuita, ciascun candidato o gruppo può partecipare proponendo un’opera inedita sul tema della prima edizione, che deve pervenire all’organizzazione del Festival entro e non oltre le 24.00 (ora italiana) del 15/06/2017 all’indirizzo mail ciciri.festival@gmail.com con allegata una breve biografia dell’artista o del collettivo e un link al sito o pagina web di riferimento.
Gli artisti ed i lavori selezionati saranno resi noti entro il 30 giugno, attraverso la pubblicazione del nome dell’autore o del collettivo sulla nostra pagina fb e sulla pagina web cicirifestival.tumblr.com.
I lavori selezionati, raccolti nella Ciciri Zine, saranno esposti in mostra all’interno dello spazio espositivo del Caravanserai Palermo alla conclusione del festival.
DATE IMPORTANTI:
• 15 giugno 2017 Dead line per la presentazione dei lavori
• 30 giugno 2017 Comunicazione artisti e lavori selezionati
• 16/23 luglio Festival CiCiRi Festival di Illustrazione Grafica e Microeditoria indipendente
COME PARTECIPARE:
Inviate il vostro lavoro entro il 15 giugno 2017 via email all’indirizzo ciciri.festival@gmail.com specificando nell’oggetto “CALLCICIRI2017”.
* L’email dovrà contenere anche:
– nome, cognome, recapito telefonico;
– una breve biografia;
– un link al sito o pagina web di riferimento;
Specifiche tecniche
– illustrazione o grafica a 2 colori (un colore per livello, per poter realizzare le matrici serigrafiche)
sul tema Ciciri fatti a mano;
– la tecnica è libera;
– formato è A5 (cm 21×14,8) orientamento verticale per la pagina singola oppure A4 (cm 21×29,7) orientamento orizzontale per doppia pagina; risoluzione 600 dpi, estensione psd.
DIRITTI
Gli autori dei singoli progetti sono gli esclusivi titolari dei relativi diritti di proprietà delle opere, della cui originalità si fanno garanti. Partecipando alla open call, gli autori accettano inoltre implicitamente le regole della call stessa, ossia l’esposizione temporanea delle opere all’interno dello Spazio CaravanSerai Palermo e l’utilizzo delle stesse da parte dell’organizzazione per la realizzazione e vendita della fanzine il cui ricavato andrà a sostenere il festival.
* Per ulteriori informazioni, puoi scrivere a ciciri.festival@gmail.com
LA CALL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *