Sabato 24 marzo – TARTAGE live at Garibaldi Books & Records

Il Garibaldi Books & Records e il Bar Garibaldi hanno il piacere di annunciare il concerto di TARTAGE.

TARTAGE suona il basso dal 1996, partecipa a svariati progetti musicali e collabora con gruppi come Mezz Gacano (band sperimentale con la quale incide il disco “Palora’ di Boskauz”), Out for a walk, i Chip’s e tanti altri.
Nel corso degli anni partecipa a numerosi workshop sulla computer music e la musica concreta, esibendosi al M.E.N.A. (Musiche elettroniche non allineate) e al Wintercase (festival internazionale di musica elettronica).
Nel settembre 2008 compone le musiche per diversi lavori artistici del fotografo Ezio Ferreri.
Successivamente si trasferisce a Madrid dove cura la sonorizzazione per il trailer del film “El Cosmonauta”, prodotto da Riot Cinema.
Nel 2009 realizza le musiche per lo stilista Luca Larenza e il Torino Best Soundtrack Awards.
Nel marzo 2015 intraprende il suo primo percorso solista proponendo il suo disco d’esordio sotto l’egida “TARTAGE” dal titolo “My personal thoughts”.
Nel suo progetto collabora con il cantautore torinese Johnny Fishborn, il cantante berlinese Haas con cui lancia il suo primo singolo “Bloodline” e in fine il producer/sound engineer Alessandro Lupo che oltre ad avere scritto insieme a Tartage il brano “Mashintosh” ha curato il mixaggio dell’intero disco. Il progetto esce con l’etichetta Qanat Records e le edizioni sono curate da Supermota.

www.tartage.com
https://www.facebook.com/tartage

1 thought on “Sabato 24 marzo – TARTAGE live at Garibaldi Books & Records

  • Qualche suggerimento? Sono iscritto al PD ( sezione Prati) da qualche anno. Sono giorni che mi chiedo che cosa dovrebbe fare il mio partito nella attuale contingenza. Sicuramente ha bisogno di un lungo periodo di riflessione per ritrovarsi, per scegliere nuovi leader , per delineare nuovi percorsi e obiettivi nell’interesse del Paese. Ma deve anche dare al Presidente della Repubblica e ai cittadini la disponibilità a collaborare se necessario e a certe condizioni. A mio avviso, dovrebbe dichiarare pubblicamente che è disposto a collaborare per la formazione di un governo a due precise condizioni: Un accordo programmatico triennale , chiaro , puntuale . Da approvare con la consultazione rapida degli iscritti al Partito. La scelta da parte del PD del Presidente del Consiglio , del Ministro della Economia e di quello dei rapporti con l’Europa. Persone di fiducia del PD anche non provenienti dalle sue file , anche non propri esponenti. Due condizioni chiare, comprensibili. Rivolte a chi vuole fare un governo. Con questa impostazione risulterebbe ben chiaro chi vuole lo sfascio e il ritorno alle urne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *